Istituto d'Istruzione Superiore Tomaso Catullo Belluno

Premio scuola digitale

 

  1. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca promuove, per l’anno scolastico 2019-2020, la seconda edizione del Premio Scuola Digitale, per favorire l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane e degli studenti nel settore dell’innovazione didattica e digitale.
  2. Il Premio Scuola Digitale 2019-2020 consiste in una competizione tra scuole, che prevede la partecipazione delle istituzioni scolastiche, anche attraverso gruppi di studenti del primo e del secondo ciclo, che abbiano proposto e/o realizzato progetti di innovazione digitale, caratterizzati sia da un alto contenuto di conoscenza, tecnica o tecnologica, anche di tipo imprenditoriale, sia da una forte innovazione didattico/metodologica.
  3. Il Premio Scuola Digitale 2019-2020 prevede una fase provinciale/territoriale, una regionale e una nazionale e si compone di due sezioni, una riservata alle scuole del primo ciclo e una riservata alle scuole del secondo ciclo.
  4. Possono presentare domanda di partecipazione al Premio Scuola Digitale 2019-2020 le istituzioni scolastiche del primo e del secondo ciclo della provincia di Belluno, attraverso la candidatura di un solo progetto di innovazione digitale.
  5. Le scuole possono candidare progetti che propongano modelli didattici innovativi e sperimentali, percorsi di apprendimento curricolari ed extracurricolari basati sulle tecnologie digitali, prototipi tecnologici e applicazioni, nei settori del making, coding, robotica, internet delle cose (IoT), del gaming e gamification, creatività digitale (arte, musica, valorizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale, ambientale, con le tecnologie digitali, storytelling, tinkering), utilizzo delle nuove tecnologie per inclusione e accessibilità, STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), sviluppo sostenibile del territorio attraverso le tecnologie digitali.
  6. Le candidature dovranno essere presentate dalle istituzioni scolastiche entro le ore 15.00 del giorno 31 gennaio 2020 , compilando l’apposito form, reperibile al seguente link: Form per la candidatura o al QR code* riportato in calce.

Le scuole candidate dovranno comunicare i dati richiesti per la partecipazione al Premio, una breve scheda descrittiva del progetto candidato e la documentazione relativa, che dovrà essere preventivamente caricata su file hosting interni o esterni alla scuola, liberamente accessibili alla giuria e al Ministero, non visibili ad altri soggetti e disponibili per almeno 1 anno, comunicando il relativo link nell’apposito campo del form. 

In sostanza le scuole candidate dovranno comunicare i dati richiesti per la partecipazione al Premio, e:

  1. una breve scheda descrittiva del progetto candidato 
  2. un video della durata massima di 3 minuti, a pena di esclusione, di presentazione del progetto candidato 
  3. preferibilmente altra documentazione utile (testi, foto, ecc.)
  4. liberatorie (vedi fac-simile allegati)

Le istituzioni scolastiche partecipanti devono inoltre corredare la documentazione anche con una dichiarazione del dirigente scolastico con cui si attesti che sono state acquisite tutte le liberatorie necessarie in caso di utilizzo di immagini o voci di persone fisiche (se minori, le liberatorie devono essere necessariamente firmate dai genitori e conservate dalla scuola) e da una liberatoria alla pubblicazione del videoclip, delle immagini, dei testi, delle descrizioni, delle musiche, che devono essere liberi da ogni diritto di autore, debitamente sottoscritta (vedi fac-simile allegati).

  1. Il Premio verrà attribuito da una Giuria di esperti, che opererà sulla base dei seguenti criteri di valutazione:
  • valore e qualità del contenuto digitale/tecnologico presentato, in termini di vision, strategia, utilizzo di tecnologie digitali innovative (punti 4);
  • significatività dell’impatto prodotto sulle competenze degli studenti e integrazione nel curricolo della scuola (punti 4);
  • qualità e completezza della presentazione (punti 2).

Ciascun commissario ha a disposizione un totale di 10 punti derivante dalla somma dei punteggi di ciascun criterio.

  1. La Giuria sceglierà un massimo di 12 progetti finalisti, 6 per la sezione riservata alle scuole del primo ciclo e 6 per la sezione riservata alle scuole del secondo ciclo, che parteciperanno alla manifestazione finale, che si svolgerà in data 19/02/2020, presumibilmente  dalle ore 10:00 alle ore 13:00, presso Aula Magna dell’IIS “ T. Catullo”, sito in via Garibaldi 10 32100 Belluno. 

Durante tale giornata i progetti finalisti saranno presentati dagli studenti stessi attraverso appositi pitch, supportati da video, della durata massima di 6’ per scuola (3 minuti di video + 3 minuti di pitching).

Al termine di tutte le presentazioni sarà scelto dalla Giuria il progetto vincitore per ciascuna sezione a livello provinciale, che sarà ammesso alla successiva fase regionale. Il progetto vincitore a livello regionale per ciascuna sezione parteciperà alla sessione finale nazionale del Premio.

  1. Il progetto vincitore per ciascuna sezione riceverà un premio del valore di 1000 euro per lo sviluppo del progetto, mentre i progetti classificatesi al secondo e terzo posto riceveranno uno speciale riconoscimento.
  2. La Scuola Polo IIS “T. Catullo” organizzerà attività di informazione e di facilitazione, rivolte a tutte le istituzioni scolastiche del territorio, al fine di favorire la massima partecipazione al Premio.

Per informazioni e assistenza è possibile rivolgersi alla prof.ssa Raffaella Giacobbi,  tel. 3770868867 indirizzo mail: premioscuoladigitalebelluno@gmail.com

IL DIRIGENTE SCOLASTICO DELL’IIS T.CATULLO

SCUOLA POLO PSD per la provincia di Belluno 

                                                                                                                                                                Dott. Mauro De Lazzer

 

                                                                                                *QR code per l’accesso diretto al form di partecipazione al Premio

 

PREMIO SCUOLA DIGITALE 2019

Provincia di Belluno

 

LIBERATORIA* PER LA PUBBLICAZIONE di VIDEOCLIP –IMMAGINI – TESTI – MUSICHE

prodotti in occasione della partecipazione alla fase provinciale

del Premio Scuola Digitale 2019

 

I sottoscritti * …………………………………………………………………………………………………………….…

……………………………………………………………………………………………………………………………………..

genitori dell’alunno/a ……………………………………………………………………………………………………….

frequentante la classe …………… dell’Istituto…………………………………………………………………………

  CONSENTONO

  NON CONSENTONO

l’uso di immagini e/o voci del proprio figlio ……………..……..  e la pubblicazione del videoclip, delle foto, dei testi, delle musiche, delle descrizioni prodotte in occasione della partecipazione al Premio Scuola Digitale 2019 nella Gallery presente sul sito internet del MIUR dedicato al Premio Scuola Digitale. Dichiarano inoltre che i materiali sono liberi da diritto d’autore.

Data……………………………

I genitori dell’alunno (o chi ne fa le veci)

(* Indicare i nominativi e far firmare ad entrambi i genitori).

 

………………………………………………………

………………………………………………………

 

Da conservare in originale agli atti dell’istituto.

 

PREMIO SCUOLA DIGITALE 2019

Provincia di Belluno

DICHIARAZIONE DIRIGENTE SCOLASTICO

 

Il/la sottoscritto/a Dirigente Scolastico/a ……………………………………………………………..dell’Istituto …………………………………………………………………… di …………………………………………………………

 

DICHIARA

che sono state acquisite e sono agli atti dell’Istituto, firmate da entrambi i genitori degli alunni coinvolti, le liberatorie per l’uso di immagini e/o voci degli studenti coinvolti  e per l’autorizzazione alla pubblicazione dei materiali prodotti per la partecipazione alla fase provinciale del Premio Scuola Digitale 2019, pertanto

 

AUTORIZZA

la pubblicazione del videoclip, delle immagini, dei testi, delle musiche, delle descrizioni  prodotte in occasione della partecipazione al Premio Scuola Digitale 2019 nella Gallery presente sul sito internet del MIUR dedicato al PSD.

 

Data ……………………………

 

Il/La Dirigente Scolastico/a

………………………………….

 

Da conservare in originale agli atti dell’istituto.