Articolo del Corriere delle Alpi del 25/10 

La classe 2AL del Catullo è tra i vincitori del concorso Policultura. La cerimonia di premiazione si è svolta in streaming dal Politecnico di Milano. Il progetto, che richiedeva la produzione di narrazioni multimediali, era rivolto a tutti. Dei 286 iscritti solo 58 hanno inviato un prodotto finito; tra questi anche la classe sperimentale 2A del liceo artistico del Catullo, che è stata segnalata tra i finalisti.

La commissione ha apprezzato «un progetto di ricerca dedicato al tema dello sfruttamento delle risorse idriche e della sostenibilità, che ha consentito ai ragazzi di mettersi alla prova, gestendo sperimentazioni, raccolta, analisi e presentazione dei dati in una narrazione scientifica di grande efficacia».

Soddisfatti gli studenti che hanno potuto sperimentare un approccio diverso allo studio e alla narrazione, in un ambiente di apprendimento collaborativo e hanno visto premiati gli sforzi. Soddisfatti i docenti che hanno sostenuto i ragazzi in un progetto lungo, complesso e articolato su più discipline, preparato durante il lockdown.

Soddisfatto il dirigente scolastico, Mauro De Lazzer, che intravede nella sperimentazione tecnologica nuove possibilità di crescita personale e professionale per studenti e docenti. —

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.